LOGO BABILONIATOP PAGINA BABILONIA ABBONAMENTI
   21 novembre 2018 13:00 NUMERO 281    marzo-aprile 2009   

Cerca in Google
Cerca in Google News



Christian Poccia
I fantasmi di Basquiat
Era soltanto un ragazzo nero di New York, seppe conquistare, poco più che ventenne, la scena artistica della Grande Mela. Per tutta la vita cercò di scacciare con la pittura gli spettri che lo tormentavano, ma la droga lo uccise giovane. A vent’anni dalla morte, una mostra ne celebra l’opera, guardando in faccia il mondo terrificante di Jean-Michel.
«Sono soltanto un ragazzo di New York», disse Jean Michel Basquiat un giorno a suo padre. Solo uno di Brooklyn, eppure con un nome francese, antenati schiavi e la consapevolezza di portarsi dentro alle vene Haiti e Portorico, e le facce seppellite dal dolore e dall’infamia di milioni di negri che lungo tutta l’America raccoglievano meloni o mais oppure piantavano tabacco, senza nome e senza storia.

0
#279 dicembre 2008
Natale in America
Valerio Bartolucci
Quando inizia Natale in America? Secondo i negozianti subito dopo Halloween cioè il 31 di ottobre ...
CONTINUA
#278 Novembre
Grace Jones
Aldo Pacciolla
Un’icona è un’icona, anche se non fa dischi, anche se non fa nulla. E allora poco importa ricordare che un album della divina Grace Jones ...
CONTINUA
280-intervista.jpg 210 x 330
BANNER 1
BANNER 2
    © 2005-2008 - Tutti i diritti riservati
    VAT IT-04541250967
Gli articoli completi li trovi solo sulla rivista. Abbonati subito! 

  Ecentodieci S.r.l. è l’unica concessionaria autorizzata alla raccolta pubblicitaria della rivista Babilonia.  
  Per qualsiasi informazione: 02.36.55.80.05 – redazione@babiloniamagazine.it




54.147.142.16 - ec2-54-147-142-16.compute-1.amazonaws.com -- 146.255.39.20 - ec2-54-147-142-16.compute-1.amazonaws.com -- articolo - 775 - m -- 281 - 281 -